Home » blog » arredamento » Come scegliere i colori della camera da letto

Il ruolo dei colori è di primo piano nella ristrutturazione di un appartamento: il colore scandisce gli interni delle camere e ne determina stile e atmosfera, assecondando desideri ed esigenze di chi li abita. Ciascuna camera ha bisogno di un progetto cromatico adatto a identificarne il profilo e in particolare, la stanza da letto matrimoniale deve essere dipinta in modo da conciliare relax e riposo, attraverso abbinamenti adatti e tinte ideali con cui dipingere le pareti ma anche scegliere arredi e accessori.

Sebbene non esista una tinta perfetta per ogni stanza, esistono comunque dei colori consigliati in base alle caratteristiche dell’ambiente e in particolare dimensioni, luminosità e stile. La scelta del colore, infatti, ha sempre una componente soggettiva, legata al proprio vissuto, alle tendenze, al gusto personale e alla percezione visiva dei colori stessi. Ma c’è anche una componente architettonica da non trascurare, legata alla resa cromatica che, come vedremo, dipende da una serie di aspetti strutturali della casa.

nebraska white amb zoom

Caratteristiche di una camera da letto

Nella scelta del colore per la camera da letto è opportuno considerare alcuni aspetti architettonici dello spazio che potrebbero rendere più o meno adatti determinati colori. La caratteristica principale è la dimensione: in una stanza molto piccola è consigliabile preferire tonalità chiare, questo perché colori scuri o molto intensi potrebbero far percepire uno spazio ancora più ridotto.

Un discorso analogo riguarda la luminosità: se la luce, naturale e artificiale, è scarsa, sarà meglio scegliere colori chiari e luminosi, possibilmente in una vernice a smalto che riflette la luce meglio della classica lavabile. Anche la tipologia del pavimento già esistente è un fattore importante, dal momento che le pareti dovranno essere in armonia con il suo colore. Infine, il layout dell’arredo può essere uno spunto prezioso per pianificare un intervento di colore in camera da letto, ad esempio per scandire la zona del letto, oppure per delimitare la zona guardaroba.

L’importanza dello stile

La camera da letto può assumere diversi stili e per ciascuno è possibile individuare i colori più adatti. Una camera minimalista, con arredi essenziali e accessori ridotti al minimo, può essere dipinta di bianco o con una tonalità molto chiara di beige. Sul fronte opposto, una camera eclettica accoglie con disinvoltura colori caldi e accesi, come il rosso scuro, da usare sulla singola parete, oppure, per un’interpretazione originale, sul soffitto.

Lo stile shabby chic, molto amato in questo periodo, si declina in camera da letto con pareti nei colori pastello, sia come pittura in tinta unita che come carta da parato in fantasie floreali. Lo stile japandi, mix di giapponese e scandinavo, può essere interpretato con colori neutri, come il verde salvia, il fango o il color corda. E ancora, lo stile marinaro, coinvolge tutte le tonalità del blu, distensive ed evocative.

wallart jasmine ivory amb zoom

Color caldi e colori freddi per la camera da letto

La scelta della “temperatura” del colore per la camera da letto è legata alla propria sensibilità e ai desideri che si hanno in relazione a questo ambiente. Se il desiderio è creare una stanza che concilia riposo e relax si può optare per colori freddi e in particolare tonalità chiare del verde e del celeste. Un’alternativa interessante è quella dei colori neutri come il color corda e il sabbia: si tratta di tinte discrete che riscaldano l’ambiente e lo rendono sofisticato e contemporaneo.

Se invece si desidera dare alla camera da letto una sferzata di energia e di calore, si può osare con colori forti e coraggiosi come il rosso e il bordeaux: una soluzione per chi non ha paura di rinunciare a luminosità e ampiezza visiva. Quando si scelgono colori decisi, può essere utile ridefinire l’impianto di illuminazione artificiale per compensare l’intensità cromatica e migliorare il comfort complessivo.

Abbinare i colori delle pareti ad arredi e accessori

La scelta del colore per le pareti della camera da letto va di pari passo con i colori degli arredi già presenti e da comprare. In generale, è sempre utile individuare, in via preliminare, una palette cromatica: un insieme di 4/5 colori in armonia fra loro a cui attenersi nella scelta dei vari elementi. Questo sistema, largamente usato dagli interior designer, fornisce dei binari da seguire per non sbagliare gli abbinamenti, dando comunque l’opportunità di giocare con tonalità e gradazioni.

Un altro sistema semplice consiste nel prediligere arredi in tinte neutre o colori naturali del legno, tutti nella stessa finitura, per poi caratterizzare l’ambiente attraverso colore alle pareti e piccoli accessori. Senza dimenticare che il colore può viaggiare anche attraverso gli elementi tessili: dalle tende, al tappeto, e fino al copriletto, si tratta di accessori che completano lo stile complessivo, migliorano l’acustica e portano un accento cromatico immediato.